In viaggio con il cane

Torino – che straordinaria sorpresa!

Sono davvero rimasta entusiasta di questa città sabauda maestosamente bella, pulita, accogliente, incastonata tra le Alpi, che le fanno da corona ad ovest, e le colline ad est.

Siamo partiti così, un po’ all’avventura, il giorno di Pasquetta.

Dai” ci siamo detti… “buttiamo due cose in valigia e andiamo a trovare nostro nipote Francesco…” senza dimenticare il carico più prezioso ovviamente, il nostro dolcissimo Golden Retriever, Spock.

Ci tengo particolarmente a sottolineare che Torino è assolutamente pet friendly! In generale, si respira un’aria di tranquilla convivenza e accoglienza con tutte le sfaccettature tipiche della grande città.

Città d’arte dalla storia bimillenaria (dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità), Torino si presenta con palazzi e piazze imponenti, prevalentemente in stile Barocco e Liberty, con altrettanto grandiosi viali alberati. Il verde non manca ed è parte integrante della città, insieme alle numerose fontane utili a dissetare umani e cani. Troviamo parchi dislocati ovunque, a poca distanza l’uno dall’altro e di tutte le tipologie talvolta con annesse aree sgambamento cani, a volte un po’ piccole ma sempre ben tenute.

Parchi grandi, piccoli, a ridosso delle rive del Po, dove si possono praticare sport acquatici e osservare contemporaneamente scene di vita quotidiana della fauna locale. Ecco di nuovo questa sensazione di rispettosa convivenza che ho percepito in questo città.

Da non perdere il parco Valentino, il più grande e vario.

In sostanza, ovunque alloggiate, non troverete difficoltà per le uscite canoniche con il vostro amato quadrupede. Abbiamo sempre trovato cani con i quali fare amicizia e proprietari ben educati :-D.

Il nostro alloggio era in zona collinare, in prossimità del ponte Vittorio Veneto. I ponti, altra parte integrante della città insieme alla passeggiata lungo il Po, dove si possono incontrare famiglie, anziani, bambini, cani… tutti, senza distinzione, proprio come piace a noi! Ogni cosa sembrava molto curata come un’unica opera d’arte.

Da questa zona potevamo ammirare il Monte dei Cappuccini, che sorge in città, con in cima la chiesa barocca di Santa Maria al Monte, raggiungibile anche a piedi imboccando il percorso direttamente dal centro, ovvero vicino al ponte Vittorio Veneto.

Prima di ripartire, una puntata sulla collina di Superga con la splendida omonima basilica. Percorrere il piazzale della basilica dà un senso di pace e di tranquillità ed assicura una vista mozzafiato su Torino.

Ci avviamo per il ritorno a casa con la seria convinzione di ritornare al più presto. Anche perché, dovremo assolutamente esplorare il Parco naturale della Collina di Superga con la sua fitta rete di sentieri da passeggiata ed escursione.

Che magnifica esperienza, che bel posto!

Devo ammettere di essere un animale da città. Mi affascinano i palazzi in stile, l’arte, gli eventi culturali, vite che si incrociano nel gran via vai delle piazze. Eppure l’arrivo del mio Golden Retriever color champagne mi ha fatto scoprire le passeggiate nella natura, l’esplorazione e la bellezza delle escursioni all’aria aperta.

Un luogo come Torino, che racchiude tutte queste possibilità, per me è vicino alla perfezione. Cinzia Bellini

Link utili:

Dogs on tour

Città di Torino – Verde Pubblico

 

5/5 (8)

Vota questo contenuto

2 pensieri su “Torino – che straordinaria sorpresa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *