In viaggio con il cane

Parco Naturale Adamello Brenta – Lago Tovel

Io & Spock di nuovo in viaggio e come sempre insieme. Siamo nella Provincia autonoma di Trento ovvero per gli amici, Trentino! 😀

Ci troviamo nel Parco Naturale Adamello Brenta situato tra la Val di Non e la Val di Sole. Nel cuore dell’area protetta più vasta del Trentino, andiamo alla scoperta del Lago Tovel a 1.170 mt di altitudine. Diversi sono i soprannomi che gli si sono stati attribuiti, il Lago Rosso, il Lago della foresta sommersa, Lago degli Orsi… come diversi sono i modi per raggiungerlo.

In navetta, dalle località Cles e Tuenno, dove i cani sono ammessi con museruola.

In macchina attraverso la SP14 che porta prima al parcheggio Glare, dove attraverso l’itinerario trekking “delle Glare” si raggiunge il lago (tempo di percorrenza: 1h e 30 min solo andata /  dislivello: 400 m.). Il percorso “delle Glare” è caratterizzato da una nuda distesa di rocce. Mi raccomando, in caso vogliate intraprendere questo percorso, valutate bene le condizioni fisiche del vostro cane e anche quelle climatiche.

In alternativa si può proseguire in macchina fino al parcheggio nell’immediata vicinanza del Lago Tovel. Visto la giornata molto soleggiata noi abbiamo optato per l’ultima opzione. Raccomando di raggiungere il parcheggio almeno entro le ore 10 perché i posti auto sono limitati.

Il percorso intorno a questo lago, di antiche origini glaciali, inizia con un sentiero ampio lungo il torrente Tresenga. Da subito vediamo dall’alto la maestosità del lago Tovel con le sue acque trasparenti lungo la riva per poi trasformarsi di un verde smeraldo brillante.

Le sue rive sono quasi interamente accessibili, tranne per qualche tratto in leggera salita attraverso il bosco. Il percorso è ad anello e di facile percorrenza. Non mancano tanti scorci incantati che quasi obbligano a fermarsi a contemplare. Ci accorgiamo di grandi tronchi sommersi nell’acqua e le tante tavole informative lungo il percorso ci svelano che sotto lo specchio del Tovel si trova un vera foresta antica. Ecco perché il soprannome Il Lago della foresta sommersa.

In un luogo così incantato, quasi fiabesco non poteva mancare un’intrigante leggenda: quella della Regina Tresenga. La valorosa e bellissima Regina di Ragoli che, a seguito di un rifiuto di proposta di matrimonio, si scontra a fianco del suo popolo contro l’armata dell’orgoglioso Lavinio, Re di Tuenno. La sanguinosa battaglia combattuta sulle sponde del lago, vide purtroppo soccombere l’esercito ragolese e, per ultima, anche la bella Tresenga. Da allora fino al 1964, nei mesi estivi, le acque di Tovel si tingevano di rosso. Fenomeno naturale che viene attribuito a questa leggendaria battaglia. Così il soprannome il Lago Rosso!

Questa gita regala tante emozioni!

Ampi spazi, sia per la passeggiata che per i momenti di relax. Acque limpide, di colori brillanti che invitano a tuffarsi per immergersi in un’altra dimensione (ho invidiato Spock!), con qualche brivido di avventura per la presenza di orsi bruni nella valle (Lago degli Orsi)… non ne abbiamo visti però!

Consiglio di visitare il Lago Tovel in bassa stagione per godere a pieno della sua straordinaria bellezza.

Io & Spock ci e vi auguriamo di poter cogliere la magia dell’ambiente e degli esseri che ci circondano.

Cinzia Bellini.

 

Link utili

Parco Naturale Adamello Brenta

Val di Non

Il giro del lago di Tovel

 La foresta sommersa

 

 

 

 

 

5/5 (6)

Vota questo contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *