Il cane: 10 cose da NON fare.

Il cane: 10 cose da NON fare

Credo che tutti noi a livello più o meno inconscio ci poniamo delle aspettative nel momento in cui decidiamo di prendere con noi un cane o in generale per qualsiasi cambiamento nella nostra vita. Aspettative che spesso si rivelano disattese.

Di seguito trovate 10 comportamenti che possono compromettere una relazione di fiducia e serena convivenza con il vostro cane.

Cosa NON fare con il cane:

  1. Sceglierlo puramente in base all’aspetto fisico.

Viviamo in un’epoca dove l’esteriorità e l’apparenza sembrano avere priorità assoluta. Riflettere seriamente sulle nostre esigenze famigliari (nucleo familiare tenendo conto delle varie fasce d’età, abitudini e stile di vita) ci aiuterà a scegliere un soggetto con tendenze comportamentali idonee. Getteremo le basi per una serena convivenza, sia per noi, che per il nostro amico a quattro zampe.

2. Applicare metodi “educativi” coercitivi e basati sulla mera esecuzione.

Oltre ad essere delle pratiche deplorevoli e vergognose per la nostra specie cosiddetta umana, sono totalmente inutili. Basare un rapporto sulla paura di prenderle/essere strattonati non ha nulla a che fare con l’educazione.

3. Punirlo emotivamente.

Troppo spesso vedo video, dove i cani vengono umiliati, rimproverati urlandogli contro… classico esempio: rimpinzare il cane per poi rimproverarlo perché mangia troppo. Sono comportamenti spesso dettati da nostre incapacità e frustrazioni che creano solo confusione e incomprensioni. Il cane non è il nostro anti-stress!

4. Lasciarlo abitualmente a lungo da solo.

Questo non significa che il vostro cane non debba essere in grado di stare da solo anche più di 4/5 ore, ma solamente in casi eccezionali. Vedi articolo Lasciare il cane da solo in casa.

5. Isolamento sociale e familiare.

Il cane è un essere sociale con uno spiccato senso di appartenenza. Non permettergli regolari interazioni intra-specie e/o isolarlo dal nostro spazio familiare confinandolo in un balcone, giardino, recinto… equivale a MALTRATTAMENTO.

6. Abbandonarlo.

Un essere vivente non è un oggetto. Non si usa e getta. Oltre che essere vergognoso è un pessimo esempio per i più giovani.

7. Regalarlo.

Un cane NON si regala. Dev’essere una scelta consapevole, ben ponderata e non un capriccio del momento.

8. Ridere delle sue paure.

Il web è pieno di video, dove il cane viene volutamente spaventato per un nostro puro divertimento. Al miglior amico questo non si fa! Dimostriamo di essere degni della sua fedeltà. Accompagniamo i nostri amici pelosi nel percorso di vita divertendoci con loro e non ridendo di loro. Cerchiamo di fargli superare eventuali paure piuttosto che crearne delle altre.

9. Umanizzarlo.

Alla base di ogni relazione sana c’è il rispetto reciproco. Sembra banale, ma non lo è affatto. Per noi è estremamente difficile guardare al di là del nostro naso umano. Il cane appartiene ad un’altra specie, con un linguaggio, comportamento sociale e necessità psico-fisiche differenti. Non possiamo affidarci alla nostra intuizione umana, per capire le esigenze ed interpretare il loro comportamento/stato d’animo. Per amarli, come meritano, dobbiamo scendere dal nostro piedistallo onnisapiente e approfondire l’argomento.

10. Ignorare i suoi bisogni primari.

L’alimentazione di qualità studiata appositamente per loro, acqua pulita sempre a disposizione e la possibilità di riposare senza essere disturbati, sono alla base di una vita sana e felice.

In abbinamento a questo è necessario il giusto movimento. Le passeggiate vanno adeguate in base all’età, caratteristiche fisiche e attitudini della razza. Il tempo da dedicare a questa attività NON è quello necessario ai bisogni fisiologici. La passeggiata è il momento più importante della giornata da trascorrere insieme. E’ necessario essere presenti non solo fisicamente! Per intenderci, la passeggiata non è il momento giusto per una telefonata, inviare messaggi o controllare la posta elettronica. E’ un momento da dedicare ai nostri cani ed al nostro rapporto con loro!

Queste sono solo alcune delle cose da “non fare” con i cani. Purtroppo gli errori che commettiamo sono molti di più, un pò per mancata informazione, semplice negligenza oppure per poca (pochissima) sensibilità nei confronti di un altro essere vivente.

In sintesi, basterebbe applicare un semplice e vecchio insegnamento “Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te”…

Buona vita a tutti… insieme ai nostri amici a quattro zampe.

Cinzia Bellini.

“Sono 6 i bisogni fondamentali del cane” – Angelo Vaira

5/5 (6)

Vota questo contenuto

Condividi questo contenuto sui Social

2 pensieri su “Il cane: 10 cose da NON fare.

  1. Bellissimo articolo. Tutti punti importanti: dalla scelta del cane, alla coercizione, all’isolamento… fino all’abbandono.
    Sembra incredibile, ma comportamenti come confinare un cane in balcone o lasciarlo per periodi lunghi da solo in giardino (non importa quanto grande esso sia), purtroppo, da tante “persone” non è ancora visto per quello che è: maltrattamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *